Tutta la magia del cinema per voi...


Consigli "visionari" per la settimana

L'eclissi lunare di per sera ci ha ispirato i consigli che vi diamo sotto, buona visione:

  • Viaggio allucinante
  • Panico allo stadio
  • Poseidon
  • Il coraggio di contare
  • Borg McEnroe
  • Coco
  • Terremoto

Novità e aggiornamenti del sito


Overlord

Finalmente J.J. Abrams ci delizia con un film interessantissimo che spazia dal filone storico della seconda guerra mondiale al genere zombesco, fantastico direi, da giocatore poi di Call of Duty, che desiderare di meglio, i nostri eroi, un plotone aviotrasportato Usa si trova a dover fare i conti con nuove armi in dotazione al terzo reich, scoprite di cosa si tratta e mi sa che Abrams non ci deluderà nemmeno questa volta, a voi il trailer.


The end...zombie

Continuano fortunatamente le pellicole con i nostri film zombeschi, infatti il 14 agosto, uscite nelle sale "The End-L'inferno fuori" che narra la storia di un uomo che rimane bloccato in un'ascensore mentre fuori si verifica l'apocalisse e sembra essere veramente fortunato nel restare chiuso sigillato in quel maledetto ascensore... Abbiamo visionato il trailer ufficiale rilasciato da 01Distribution e ci sembra veramente una chicca...


The Cloverfield Paradox su Netflix

Abbiamo visto questo film del 2018 diretto da Julius Onah, prequel e spin-off di Cloverfield e 10 Cloverfield Lane. Film interessante che ci pone davanti al problema delle fonti energetiche che sul pianeta iniziano a scarseggiare e per questo viene inviata nello spazio la stazione orbitale europea con a bordo diversi scienziati per testare un nuovo sistema potentissimo per creare nuova energia per tutti. Qualcosa non funziona e l'equipaggio si trova catapultato in una seconda dimensione che crea sulla terra... non vi sveliamo altro, vedetelo, molto interessante.

Intanto noi ci accingiamo a guardare il primo della trilogia, Cloverfield.


Trashhh al massimo ma fantastico

Abbiamo guardato, finito poco fa a dire il vero, un film come detto nel titolo trash al massimo, ma pietra miliare del passato. Ne avete mai sentito parlare? Non lo indovinerete mai, quindi vi dico che il film è Intruder-Notte di sangue del 1989. All'interno di un supermercato succede di tutto, nel senso omicidi a go go con diverse scene spaltter, dalla decapitazione allo schiacciamento. Queste scene sicuramente, per i non abituati a questi film, possono dare un lieve fastidio, ma è veramente imperdibile con finale a surpriseeee... Dicevamo che, appunto nel supermercato un pazzo semina il terrore fra i commessi impegnati nel loro lavoro, i quali improvvisamente iniziano a morire uno per volta. Ripeto da vedere ragazzi. Da non dimenticare, nel  cast vi è anche il grande  Sam Raimi nei panni di un addetto al negozio e un cameo di Bruce Campbell, il protagonista del mitico film horror, altro cult, "La Casa".


Manhunt: unabomber su Netflix

In questi giorni abbiamo finito di guardare la serie, prodotta da David A. Rosemont, creata da Andrew Sodroski, con un bel cast a partire dal personaggio principale che viene interpretato da Sam Worthington nel ruolo di Jim Fitzgerald agente di polizia poi passato all'Unità Analisi Comportamentali dell'Fbi, chiamato ad occuparsi del caso che sconvolse gli Usa dal 1978 fino al suo arresto nel 1996.

Una serie che ci è piaciuta molto e che ci sentiamo di consigliare.

Buona visione a tutti...


Stranger Things stagione 2 su Netflix

Come si suol dire non si esce vivi dagli anni '80. Bè sicuramente la nostalgia, chi ha vissuto quegli anni ne sa qualcosa, con scoperte tecnologiche, musicali, moda e anche in fatto di film. Fra pochissimi giorni potremmo finalmente gustarci la seconda stagione, vedremo le novità.


Quando il cinema era silenzio ed espressione

Oggi voglio parlarvi di cinema muto.
Cosa intendiamo per muto?
Presto detto, un film muto, come immaginere e saprete benissimo, è un film senza audio, ma con un'espressività tale da parte degli attori da non far avere malinconia o mancanze del sonoro, del dolby o del sorround. 
Stavo leggendo degli articoli su questo e la voglia di parlarvene mi ha pervaso, basti pensare che da appassionato di motissimi generi di cinema, quello del muto ha molte volte il sopravvento come fascino. 
Il muto è riconducibile al periodo che va dal 1895 al 1927 e il passaggio definitivo al sonoro non avvenne fino prima del 1930, anche se nel 1927 venne distribuito il primo film con sonoro "Il cantante di jazz". Questo periodo, del muto, venne definito dagli appassionati il Silent era.


Tuttavia vi è da ricordare che, in un certo senso, il sonoro è esistito già da prima, ma sotto forme diverse dal quale lo conosciamo oggi, basti pensare all'abitudine di accompagnare i film, le proiezioni, con sottotitoli o commenti o accompagnarli con un'orchestra musicale dal vivo oppure ancora con un commentatore dal vivo. 
Il primo film muto è considerato "Roundhay garden scene" del 1888, al contrario invece pensiamo al film " Don Giovanni e Lucrezia Borgia" del 1926 che per la prima volta ha inserita la colonna sonora vera e propria, non avendo così bisogno di orchestra, pianoforte per accompagnare la proiezione.
Don Giovanni e Lucrezia Borgia del 1926
Don Giovanni e Lucrezia Borgia del 1926
Roundhay garden scene del 1888
Roundhay garden scene del 1888
Come dicevamo nel 1927 con il film Il cantante di jazz, appunto primo film con sonoro, viene dettata la fine in maggior parte, del cinema muto e anche il grande Charlie Chaplin strenuo difensore del muto, dovette cedere e recitare per la prima volta con sonoro nel 1940  con il fantastico film "Il grande dittatore". Buster Keaton riuscì comunque fino all'ultimo a regalarci, con il suo infinito genio, il bellissimo film "Il cameraman"  nel1928.Continuate a segure il sito, a breve una sezione tutta sul muto per veri intenditori in cui tratteremo anche del grande Melies.
0 Commenti

Duel

Duel 

Un duello, un camion terribile il cui conducente non vedremo mai insegue senza un motivo un pilota solitario lungo le strade della California. I fratelli Stifani cercano di spiegare nel documentario The devil on wheels - DOW - perché Duel ha avuto così tanto successo ed è diventato un vero e proprio film di culto, nonostante il budget limitato e la fretta con cui è stato girato. I fratelli Stifani attraverso una campagna di crowfunding su kickstarter stanno finanziando il loro lavoro.L'idea del progetto DOW è piaciuta anche a J.J. Abrams, gran fan della pellicola di Spielberg, che si è messo a disposizione. A noi non aspetta altro che attendere che il progetto venga ultimato e che il documentario arrivi nelle sale.

Intanto seguiamoli a distanza sul loro sito 

 

www.thedevilonwheelsmovie.com 


0 Commenti