Cinema che passione


Citazioni

 

Clint Eastwood e i suoi personaggi

 - Ehi tu, lo sai che la tua faccia assomigli a quella di uno che vale 2.000 dollari? Già ma la tua non assomiglia a quello che li incassa.

- Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, l'uomo con la pistola è un uomo morto.

- Dieci anni fa stavo in un bar in Alabama e due stronzi hanno cominciato a darmi addosso: è stato il loro primo sbaglio. Tirano fuori i coltelli ed è stato il secondo sbaglio. Non sapevano neanche usarli e questo è stato l'ultimo sbaglio che hanno fatto.

- I pareri sono come i coglioni: ognuno ha i suoi.

- Questa è una 44 magnum, una delle pistole più potenti al mondo, capace di far saltare la testa a un toro: Che effetto fa vista dalla vostra parte?

- Fate i bravi, posate l'artiglieria.

Cosa?

Si, se no dovete fare i conti con noi tre: Con Smith Wesson e me.

- Vedi i morti possono essere molto utili. A me personalmente, hanno risolto situazioni difficili più di una volta. Primo perché non parlano. Secondo perché se aggiustati bene possono sembrare vivi. E terzo anche se gli spari non succede nulla perché al massimo dovrebbero morire, ma sono già morti!


 


Novità e aggiornamenti del sito


Lucca Comincs & games 2017

Eccoci ci stiamo avvicinando alle date fatidiche della nostra manifestazione preferita, dal 1 novembre al 5 novembre saremo a Lucca, ci catapulteremo nel mondo fantastico dei fumetti, cosplayer, film e tanto altro da dove faremo un bel reportage per aggiornarvi su quanto accade, siamo carichissimi ma fra poco ci saremo. Clicca qui per gli aggiornamenti i giorni 3 e 4 novembre...


Stranger Things stegione 2 su Netflix

Come si suol dire non si esce vivi dagli anni '80. Bè sicuramente la nostalgia, chi ha vissuto quegli anni ne sa qualcosa, con scoperte tecnologiche, musicali, moda e anche in fatto di film. Fra pochissimi giorni potremmo finalmente gustarci la seconda stagione, vedremo le novità.


Quando il cinema era silenzio ed espressione

Oggi voglio parlarvi di cinema muto.
Cosa intendiamo per muto?
Presto detto, un film muto, come immaginere e saprete benissimo, è un film senza audio, ma con un'espressività tale da parte degli attori da non far avere malinconia o mancanze del sonoro, del dolby o del sorround. 
Stavo leggendo degli articoli su questo e la voglia di parlarvene mi ha pervaso, basti pensare che da appassionato di motissimi generi di cinema, quello del muto ha molte volte il sopravvento come fascino. 
Il muto è riconducibile al periodo che va dal 1895 al 1927 e il passaggio definitivo al sonoro non avvenne fino prima del 1930, anche se nel 1927 venne distribuito il primo film con sonoro "Il cantante di jazz". Questo periodo, del muto, venne definito dagli appassionati il Silent era.


Tuttavia vi è da ricordare che, in un certo senso, il sonoro è esistito già da prima, ma sotto forme diverse dal quale lo conosciamo oggi, basti pensare all'abitudine di accompagnare i film, le proiezioni, con sottotitoli o commenti o accompagnarli con un'orchestra musicale dal vivo oppure ancora con un commentatore dal vivo. 
Il primo film muto è considerato "Roundhay garden scene" del 1888, al contrario invece pensiamo al film " Don Giovanni e Lucrezia Borgia" del 1926 che per la prima volta ha inserita la colonna sonora vera e propria, non avendo così bisogno di orchestra, pianoforte per accompagnare la proiezione.
Don Giovanni e Lucrezia Borgia del 1926
Don Giovanni e Lucrezia Borgia del 1926
Roundhay garden scene del 1888
Roundhay garden scene del 1888
Come dicevamo nel 1927 con il film Il cantante di jazz, appunto primo film con sonoro, viene dettata la fine in maggior parte, del cinema muto e anche il grande Charlie Chaplin strenuo difensore del muto, dovette cedere e recitare per la prima volta con sonoro nel 1940  con il fantastico film "Il grande dittatore". Buster Keaton riuscì comunque fino all'ultimo a regalarci, con il suo infinito genio, il bellissimo film "Il cameraman"  nel1928.Continuate a segure il sito, a breve una sezione tutta sul muto per veri intenditori in cui tratteremo anche del grande Melies.
0 Commenti

Duel

Duel 

Un duello, un camion terribile il cui conducente non vedremo mai insegue senza un motivo un pilota solitario lungo le strade della California. I fratelli Stifani cercano di spiegare nel documentario The devil on wheels - DOW - perché Duel ha avuto così tanto successo ed è diventato un vero e proprio film di culto, nonostante il budget limitato e la fretta con cui è stato girato. I fratelli Stifani attraverso una campagna di crowfunding su kickstarter stanno finanziando il loro lavoro.L'idea del progetto DOW è piaciuta anche a J.J. Abrams, gran fan della pellicola di Spielberg, che si è messo a disposizione. A noi non aspetta altro che attendere che il progetto venga ultimato e che il documentario arrivi nelle sale.

Intanto seguiamoli a distanza sul loro sito 

 

www.thedevilonwheelsmovie.com 


0 Commenti
Approfondimenti sul film cult Friday the13th nella sezione Film Cult Anni '80



ultimi tweet: